L'impegno di Coop Equipe Medica
×

L'esperto risponde

A tavola si sta composti

Buongiorno, il mio bimbo di 8 mesi pesa 8,5 kg, da circa una settimana non vuole più bere il latte (di proseguimento). Mangia di tutto (pappe pastina riso carne pesce formaggio verdure) con curiosità. Gradisce molto lo yogurt, posso darglielo sia a colazione che a merenda? Grazie continua
Dott.ssa Alessandra Piedimonte
Medico Chirurgo esperta in Nutrizione Pediatrica

Cara Miriam, il suo bambino di sicuro sta attraversando un’età un po’ critica (i “terribili” 2 anni) in cui si ha la nuova sua consapevolezza di essere una persona differente rispetto ai genitori e in cui si struttura il pensiero di autodeterminazione, per cui Samuel in questo momento sta forse solo combattendo la sua fisiologica battaglia per dimostrarvi di essere in grado di decidere da solo su alcuni argomenti. Tale battaglia si ha in genere sull’argomento che più i genitori hanno a cuore quindi nel 99% dei casi si ha nei confronti del cibo. Ovvio che questo mio discorso dà per assodato che dal punto di vista medico non ci sia nessuna situazione che possa giustificare il rifiuto di alcuni tipi di cibi, ma immagino che questo l’abbiate escluso con i colleghi a cui faceva riferimento. Detto ciò, quindi, mi trova d’accordo con entrambi i colleghi, nel senso che per uscire il più velocemente possibile dall’impasse in cui siete la prima cosa da fare è togliere attenzione al cibo: il momento del pasto non può e non deve diventare una lotta tra mamma/papà e Samuel. All’ora dei pasti ci si siede a tavola (possibilmente tutti insieme) e si mette davanti ciò che c’è (uguale per tutti). Se Samuel non vuole mangiare resterà comunque seduto al suo posto aspettando che il pasto sia finito e non saranno previste altre cose (latte e quant’altro) per compensare il fatto che non abbia mangiato. Si passerà quindi al pasto successivo (merenda/cena/pranzo/colazione) con le stesse modalità. Di sicuro non andranno tollerate scene di urla o di volo dei piatti: questo rientra ovviamente in una educazione generale sempre fondamentale e le cui basi partono proprio a questa età. Sicuramente i primi tempi saranno difficili, ma con un po’ di pazienza vedrà che otterrete presto risultati, dal punto di vista dell’alimentazione e del comportamento. Per ulteriori dubbi ci contatti nuovamente.

Fai una domanda

Margherita Caroli
Vania
Alessandra Piedimonte
marina cammisa
mordenti_s
Tomaselli

La tata consiglia

Favorire il sonno con un ambiente tranquillo

Il bambino deve sentirsi bene nella sua cameretta per dormire bene. Verso i 2 anni, i bambini sviluppano le paure quindi è bene fare della cameretta, luogo dove ci si rilassa prima della nanna, un posto accogliente, sicuro e tranquillo. La potete organizzare e decorare in modo che sia un luogo invitante, evitate quindi di farne il luogo delle punizioni. Assicuratevi che il bambino al momento di addormentarsi, sia circondato dai suoi oggetti del cuore come il suo peluche preferito.

Scopri gli altri consigli